MUTUI
La nostra Mission è trovare la giusta soluzione ad ogni esigenza del cliente, sia essa di natura familiare, lavorativa, imprenditoriale o di semplice svago. La normale richiesta di un mutuo o di un affidamento agli istituti bancari è spesso  più complicata del previsto. Oggi più che in ogni altro momento del passato il mediatore creditizio è chiamato a svolgere un ruolo di rilevante importanza sociale. 
La nostra esperienza e la conoscenza approfondita del settore ci consente di avere risposte veloci ed attendibili.
MUTUI
MUTUO A TASSO FISSO 
Il mutuo tasso fisso si caratterizza per avere un tasso di interesse costante per tutta la durata del mutuo. La rata di rimborso rimane costante nel tempo il cui ammontare è noto sin dalla stipula del contratto. 
Il mutuatario ha il diritto di conoscere la somma da rimborsare e la singola rata del mutuo, che comprende il capitale e gli interessi. Il tasso che viene applicato al finanziamento è il risultato della somma del tasso di riferimento per i mutui tasso fisso, conosciuto comunemente come “Eurirs” (Euro Interest Rate Swap), e lo Spread. 
  
Vantaggi del mutuo tasso fisso 
•  La tranquillità.
•  Le rate saranno identiche dal primo all’ultimo mese.
• In virtù del tasso costante la pianificazione delle uscite economiche è precisa e nulla potrà modificare la
   rata. 

Svantaggi del mutuo tasso fisso 
•  I mutui tasso fisso non consentono di godere delle situazioni particolarmente vantaggiose che il mercato può offrire in alcuni periodi.
•  La convenienza, sotto questo punto di vista, diviene un aspetto secondario, ma la serenità di non avere spese impreviste è assicurata. 

Per chi è indicato?
 

Si consiglia ai lavoratori dipendenti e alle persone che non desiderano spese impreviste. Sottoscrivere un mutuo di questo tipo è la scelta ideale per chi non vuole rischiare e vuole conoscere con precisione, già prima della firma effettiva del contratto, il valore delle rate e l'ammontare complessivo del debito. 
I mutui tasso fisso sono consigliati anche quando le previsioni economiche di mercato prospettano una crescita dell'inflazione, elemento che porterà inevitabilmente a un aumento del costo del denaro. 

----------------------------------------------------------------------------------------

MUTUI A TASSO VARIABILE 
Il mutuo tasso variabile è il finanziamento il cui tasso di interesse è legato all'oscillazione di un indice finanziario di riferimento, generalmente l'Euribor. In base all'andamento del mercato finanziario, l'ammontare della rata del mutuo può variare: verso l'alto quando l'Euribor sale, verso il basso quando l'indice scende. Ciò significa che l’importo della rata, nei mutui tasso variabile, dipenderà dall'andamento del mercato riferito al periodo previsto per il pagamento della nuova rata. 

Spesso gli importi iniziali delle rate di un mutuo variabile risultano più contenuti rispetto a quelli di un mutuo a tasso fisso, ma in certi casi la tendenza al rialzo degli indici di mercato può essere piuttosto consistente e di conseguenza l'onere del mutuo può aumentare sensibilmente. Negli ultimi anni le banche hanno introdotto nuove soluzioni di mutui tasso variabile, con coperture rispetto all'andamento dei tassi d'interesse.

Vantaggi del mutuo tasso variabile 
•  Inizialmente il tasso variabile, se confrontato con quello fisso, è più conveniente.
•  Se l’inflazione diminuisce chi ha un mutuo variabile ne trae vantaggio, la rata infatti diminuirà. 

Svantaggi del mutuo tasso variabile 
Chi sceglie il tasso variabile accetta l'incertezza che questa scelta comporta: se i tassi d'interesse aumenteranno, anche la rata ne sarà influenzata e il suo importo salirà. Le oscillazioni del mercato costituiranno sempre l’ago della bilancia nella determinazione del valore della rata, sia in positivo sia in negativo. 

Per chi è indicato? 
Si consiglia alle persone che vogliono trarre vantaggi economici dalle dinamiche di mercato e che di natura sono flessibili. Le persone che scelgono un mutuo tasso variabile devono essere in grado di sostenere, anche economicamente, il rischio di una situazione sfavorevole del mercato e il conseguente aumento della rata. 
In generale i mutui tasso variabile vengono scelti da chi dispone di un reddito adeguato, in grado di sostenere rate crescenti e dovute a un aumento dei tassi di riferimento.

MUTUI A TASSO VARIABILE CON CAP
Il mutuo tasso variabile con CAP si caratterizza per avere un tasso d’interesse variabile in funzione dell’andamento del parametro di riferimento (Euribor), ma non può superare una soglia prefissata (il CAP), che determina l’importo massimo delle rate. In sostanza, si tratta di un compromesso tra la formula a tasso fisso e la formula a tasso variabile, poiché il mutuatario può sperare in un contenimento dei tassi di mercato per godere dei benefici della variabilità, e, al contempo, si cautela di fronte alle oscillazioni al rialzo con la presenza del tetto massimo.
Ovviamente questa protezione per il cliente corrisponde ad un rischio per la banca, che a sua volta cerca di tutelarsi contro l’eventuale mancato guadagno fissando un tasso di base leggermente più alto del normale. Peraltro, ad ulteriore garanzia di tutela economica per la banca, insieme al CAP viene a volte stabilito il FLOOR, ovvero la soglia minima al di sotto della quale il tasso non può scendere.

Vantaggi del mutuo tasso variabile con CAP
•  Si conosce sin dall’inizio l’importo massimo che può raggiungere la rata da versare.
• Si hanno al contempo i benefici del tasso variabile e la sicurezza garantita dal tetto massimo, che diminuisce i rischi legati all’eccessivo rialzo dei tassi di mercato.

Svantaggi del mutuo tasso variabile con CAP
•  La copertura assicurativa garantita dal CAP si traduce in un tasso di base leggermente più alto del normale, in virtù di in maggiore Spread.

Per chi è indicato?
Il mutuo tasso variabile con CAP è consigliato alle persone che cercano una via di mezzo tra la stabilità del tasso fisso e i possibili vantaggi economici del tasso variabile. Chi sceglie un mutuo di questo tipo può sfruttare a suo beneficio le oscillazioni al ribasso dei tassi di mercato (che si traducono in rate minori), accollandosi al contempo un rischio limitato grazie alla presenza di una soglia massima prestabilita. Il mutuatario deve però tenere in considerazione due fattori: il tasso di base sul quale è calcolata la rata è leggermente più alto del normale e il FLOOR (se presente) pone un limite minimo al di sotto del quale la rata non può scendere, annullando quindi i benefici di una diminuzione eccessiva dei tassi di riferimento.
Il mutuo variabile con CAP è dunque indicato per chi ha una propensione al rischio limitata e desidera una garanzia aggiuntiva sul rimborso del finanziamento, senza perdere però tutti i vantaggi tipici del tasso variabile.

------------------------------------------------------------------------------------------

MUTUI A TASSO MISTO

Il mutuo tasso misto prevede nel contratto una modifica del tasso di interesse da variabile a fisso e viceversa durante la durata del mutuo. Di solito il mutuatario richiede un mutuo tasso misto per tutelarsi dalle oscillazioni del mercato finanziario e garantirsi una relativa sicurezza.
Il cambio di tasso può essere effettuato più volte secondo quanto stabilito al momento della stipula del mutuo. Bisogna però ricordare che passare, per esempio, dal tasso variabile al fisso in periodo di rialzo non costituisce automaticamente una garanzia di risparmio, poiché il tasso fisso applicato è quello aggiornato (quindi anch'esso più elevato) e non quello calcolato all'inizio del contratto di mutuo.

Vantaggi del mutuo tasso misto
•  I mutui tasso misto consentono di adottare il tasso fisso nel periodo iniziale, che coincide con quello più importante per l’ammortamento. Si avranno così delle condizioni di rata più vantaggiose e quando il periodo di stabilizzazione sarà passato, si potrà decidere di adottare un tasso variabile che nel lungo periodo diventa più economico.

Svantaggi del mutuo tasso misto
•  La garanzia di stabilità è una sicurezza ma ha un costo; questa tipologia spesso costa leggermente di più di un contratto caratterizzato da un tasso variabile tradizionale.

Per chi è indicato?
Si consiglia alle persone che, dotati di una buona cultura finanziaria, intendono valutare nel tempo i vantaggi legati alla scelta del tasso fisso o variabile. La possibilità di scelta fornisce un'ancora di salvezza che consente il cambio di tasso qualora la scelta iniziale si riveli errata o le condizioni di mercato rendano preferibile l'altra l'alternativa.